giovedì, Agosto 5, 2021
0 Carrello
Professionisti

Quale facoltà di ingegneria scegliere? Guida alla scelta dei corsi di laurea!

Quale ingegneria scegliere? Guida alla scelta della facoltà di ingegneria più adatta. Materie di studio e prospettive di lavoro.

Quale ingegneria scegliere? Guida alla scelta della "Facoltà migliore"!
803Visite

Quale ingegneria scegliere. Per anni la scelta del percorso universitario è stata dettata “solo” dalle attitudini e dagli interessi. Oggi però viviamo in un periodo difficile e le passione personale devono essere prese in considerazione comparando il tutto con i trend del mercato del lavoro.

Indice:

  1. Quale ingegneria scegliere? Guida alla scelta della facoltà d’ingegneria più adatta. Materie di studio e prospettive di lavoro.
  2. Facoltà universitarie: quale scegliere?
  3. Quale ingegneria scegliere: una scelta solida per un futuro più roseo?
  4. Quale facoltà d’ingegneria mi conviene scegliere?
  5. Laurea magistrale o percorsi di primo livello?
  6. Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

I diversi andamenti del mercato del lavoro influiscono sulla presunta occupabilità e sulle future carriere. Scegliere la facoltà universitaria corretta, per questo, è un passaggio fondamentale per programmare il resto della vita professionale.

Quale ingegneria scegliere? Guida alla scelta della facoltà d’ingegneria più adatta. Materie di studio e prospettive di lavoro.

Scegliendo un percorso di studi si sceglie una strada che dovrà essere percorsa per tanti anni. Certo i cambiamenti sono sempre dietro l’angolo ma in genere la facoltà universitaria è vista come propedeutica alla carriera professionale.

Facoltà universitarie: quale scegliere?

Le facoltà universitarie non sono tutte uguali. Non sono uguali perché aprono percorsi professionali diversi e non sonno uguali perché non tutte permettono di accedere alle stesse opportunità. I dati AlmaLaurea ci dicono che le Facoltà che offrono migliori risultati in termini occupazionali sono le Facoltà di Ingegneria, Medicina, Informatica e Fisica e Statistica.

Quale ingegneria scegliere: una scelta solida per un futuro più roseo?


Le facoltà ingegneristiche sono quelle che offrono la maggiori possibilità occupazionali. L’indagine periodica di AlmaLaurea evidenzia inoltre come la laurea magistrali in ingegneria, rispetto a quelle di primo livello, sono quelle che aprono maggiori sbocchi occupazionali.

Studiare ingegneria è una scelta dura e difficile, diciamolo subito. Scegliere di frequentare l’università seguendo un corso ingegneristico è un’opzione che prevede un certo grado di impegno.

Durata del percorso universitario e rigida selezione interna sono solo due motivi che causano preoccupazione “notti insonni”. D’altro canto studiare ingegneria, una volta concluso il percorso, restituisce eccellenti prospettive per il futuro.

Quale facoltà d’ingegneria mi conviene scegliere?

All’interno del mondo ingegneristico troviamo diverse branche e diverse specializzazioni. Si va dal ramo Informatico, a quello dell’Automazione, passando per la “classiche” Ingegneria edile e civile. Ogni Ateneo in Italia può decidere di variare, almeno in parte, il corso di studi, per questo le opportunità sono diverse decine.

Se dovessimo comunque scegliere una facoltà di ingegneria piuttosto che un’altra, diremo che le facoltà che, oggi, riscuotono maggiore successo e interesse sono Ingegneria Elettronica, Ingegneria delle Telecomunicazioni e Ingegneria Industriale. Tutte e tre queste facoltà offrono diverse occasioni professionali e risultano essere facilmente spendibile sul mercato del lavoro.

Laurea magistrale o percorsi di primo livello?

Abbiamo già visto come secondo i dati di AlmaLaurea le facoltà magistrali a ciclo unico offrano maggiori garanzie occupazionali e maggiori prospettive lavorative. Ciononostante, gli studi ingegneristici sono tra i pochi percorsi che riescono a dare buoni sbocchi professionali anche solo dopo il triennio. I giovani che al termine del triennio di studi in ingegneria riescono a trovare un lavoro affine al percorso che hanno fatto sono infatti sempre di più.

Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNI.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi