mercoledì, Aprile 14, 2021
0 Carrello
Professione

Metodo di Studio Universitario: 10 tecniche efficaci per superare gli esami di ingegneria

Qual e il metodo di studio universitario migliore per superare (senza esaurirsi) gli esami di ingegneria?

Metodo di Studio Universitario: 10 tips per superare gli esami di ingegneria
477Visite

Se il tuo attuale metodo di studio universitario non ti soddisfa leggi i nostri dieci comandamenti per affrontare senza grossi patemi d’animo il percorso di studio in ingegneria.

In primo luogo, è necessario creare le condizioni, nel corpo e nell’ambiente esterno, per poter apprendere e conservare le informazioni con successo.

  • Dormi bene la notte: uno studio recente ha rilevato una relazione positiva tra i voti degli studenti e la quantità di sonno notturno. Tuttavia, questo non significa solo dormire ben 8 ore prima di un grande test. Ciò che conta, ancora di più, è dormire a sufficienza per diverse notti prima di iniziare la maggior parte dei tuoi studi.
  • Cambia il tuo ambiente di studio: gli studi dimostrano che il cambiamento del tuo ambiente di studio può aumentare le prestazioni. Invece di studiare a casa ogni giorno, prova a studiare anche in un bar silenzioso, al parco, o vai alla biblioteca comunale. Un cambiamento di scenario può migliorare sia la memoria che i livelli di concentrazione.
  • Attenersi a un ambiente che funzioni: se hai un buon spazio a casa o un bar che è un luogo produttivo affidabile per te, ha senso studiare sempre li quando sei sotto pressione.
  • Ascolta musica rilassante: puoi ascoltare qualsiasi musica ti piaccia, ma molti concordano sul fatto che i ritmi classici sono una buona musica di sottofondo per lo studio e possono effettivamente aiutarti a prestare attenzione al compito da svolgere. Le canzoni con testi possono distrarre.
  • Elimina le distrazioni: elimina le distrazioni silenziando il telefono e tutti i fastidiosi rumori di sottofondo come la TV o la radio. Fai un patto con te stesso per evitare di controllare i social media fino al termine della tua sessione di studio.
  • Fai uno spuntino con cibo intelligente: caffè e caramelle ti daranno una spinta temporanea, ma poi avrai un crollo della glicemia. Per un’energia più mirata e sostenibile, prova snack sani come mele o noci.
  • Usa le FlashCard: le flashcards sono dei semplici pezzi di carta sopra i quali scriviamo una domanda specifica. Nel retro (esattamente come accade con i giochi come Trivial Pursuit) si annota invece la risposta.

Metodo di studio universitario. 10 metodi suggeriti dalla nostra redazione web.

Prendi un foglio e appunta questi semplici consigli per preparare al meglio gli esami di ingegneria.

1. Il metodo di studio universitario SQ3R

Il metodo SQ3R è una tecnica di comprensione della lettura che aiuta gli studenti a identificare fatti importanti e conservare le informazioni all’interno del loro libro di testo. SQ3R (o SQRRR) è un acronimo che rappresenta i cinque passaggi del processo di comprensione della lettura.

  • Sondaggio: invece di leggere l’intero libro, inizia scorrendo il primo capitolo e prendendo appunti su eventuali titoli, sottotitoli, immagini o altre caratteristiche salienti come i grafici.
  • Domanda: formulare domande sul contenuto del capitolo, ad esempio, Di cosa tratta questo capitolo? Cosa so già di questo argomento?
  • Leggi: inizia a leggere l’intero capitolo e cerca le risposte alle domande che hai formulato.
  • Recita: dopo aver letto una sezione, riassumi con parole tue ciò che hai appena letto. Prova a ricordare e identificare i punti principali e a rispondere a tutte le domande del secondo passaggio.
  • Revisione: una volta terminato il capitolo, è importante rivedere il materiale per comprenderlo appieno. Mettiti alla prova sulle domande che hai creato e rileggi le parti di cui hai bisogno.

2. Pratica di recupero

Il metodo di studio universitario, Pratica del Recupero, si basa sul concetto di ricordare in un secondo momento i concetti che abbiamo precedentemente studiato. Ricordare una risposta a una domanda migliora l’apprendimento più che cercare la risposta nel tuo libro di testo.

  • Utilizza test pratici: utilizza test pratici o domande per interrogarti, senza guardare il tuo libro o gli appunti.
  • Fai le tue domande: sii il tuo insegnante e crea domande che pensi possano essere sottoposte a un test. Se fai parte di un gruppo di studio, incoraggia gli altri a fare lo stesso e scambia le domande.

3. Pratica distribuita

La pratica distanziata (nota anche come “pratica distribuita”) incoraggia gli studenti a studiare per un periodo di tempo più lungo invece di fare i tour de force la sera prima dell’esame.

Per provare questa tecnica, rivedi il tuo materiale di studio secondo intervalli temporali predefiniti.

  • Giorno 1: impara il materiale in classe.
  • Giorno 2: rivedere e rivedere
  • Giorno 3: rivisitare e rivedere.
  • Dopo una settimana: rivedere e rivedere.
  • Dopo due settimane: rivedere e rivedere.

È importante iniziare presto a pianificare il metodo di studio universitario corretto. All’inizio di ogni semestre, programma con un po ‘di anticipo i giorni dove studiare e quelli dove rivedere il materiale. Anche se mancano mesi agli esami, questo ti aiuterà a ritenerti responsabile.

4. Il metodo di studio universitario PQ4R

Questo metodo adotta un approccio attivo all’apprendimento che migliora la memorizzazione e la comprensione dell’argomento. Simile al metodo SQ3R, PQ4R è un acronimo che sta per:

  • Anteprima: visualizza in anteprima le informazioni prima di iniziare a leggere per avere un’idea di quale sarà l’argomento. Sfoglia il materiale e leggi solo le intestazioni, i sottotitoli e il testo evidenziato.
  • Domanda: poniti domande relative all’argomento, ad esempio, cosa mi aspetto di imparare? Cosa so già di questo argomento?
  • Leggi: leggi le informazioni una sezione alla volta e prova a identificare le risposte alle tue domande.
  • Rifletti: hai risposto a tutte le tue domande? In caso contrario, torna indietro e vedi se riesci a trovare la risposta.
  • Recita: con parole tue, pronuncia o scrivi un riassunto delle informazioni che hai appena letto.
  • Revisione: esamina il materiale ancora una volta e rispondi a tutte le domande a cui non è ancora stata data risposta.

5. La tecnica di Feynman

Il metodo di studio universitario di Richard Feynman (premio nobel per la fisica e autentico genio poliedrico contemporaneo) è un metodo di studio efficiente con il quale apprendere rapidamente un concetto spiegandolo in termini chiari e semplici. Si basa sull’idea: “Se vuoi capire bene qualcosa, prova a spiegarlo semplicemente”. Ciò significa che, tentando di spiegare un concetto con parole nostre, è probabile che lo capiremo molto più velocemente.

Come funziona il metodo Feynman:

  • Scrivi la materia / il concetto che stai studiando sopra un foglio di carta.
  • Quindi spiegalo con parole tue come se stessi insegnando a qualcun altro.
  • Rivedi ciò che hai scritto e individua le aree in cui hai sbagliato. Dopo averli identificati, torna ai tuoi appunti o al materiale di lettura e trova la risposta corretta.
  • Infine, se ci sono aree nella tua scrittura in cui hai usato termini tecnici o un linguaggio complesso, torna indietro e riscrivi queste sezioni in termini più semplici per qualcuno che non ha il background educativo che hai tu.

6. Sistema Leitner

Il Leitner System è una tecnica di apprendimento basata su flashcard. Materialmente, organizza le flashcard con domande e risposte in diverse scatole, cosi da poter tenere traccia di domande e argomenti da trattare. Ogni carta inizia dalla casella 1. Se ottieni una carta giusta, la sposti nella casella successiva. Se sbagli una carta, la sposti in una scatola degli errori.

Ogni scatola determina quanto dovrai studierai su ogni set di carte.

  • Ogni giorno – Riquadro 1
  • Ogni due giorni – Riquadro 2
  • Ogni quattro giorni – Riquadro 3
  • Ogni nove giorni – Riquadro 4
  • Ogni 14 giorni – riquadro 5

7. Note con codice colore

Note disordinate possono rendere difficile ricordare i punti importanti di una lezione. Scrivere a colori è un modo dinamico per riuscire ad organizzare le informazioni che stai imparando. Uno studio recente ha scoperto che utilizzare i colori può migliorare le prestazioni di memoria di una persona. Lo stesso studio ha poi scoperto che i colori caldi (rosso e giallo) “possono creare un ambiente di apprendimento positivo e motivante che può aiutare gli studenti non solo ad avere una percezione positiva del contenuto, ma anche a impegnarsi e interagire maggiormente con i materiali di apprendimento”.

Scrivere a colori può sembrare un gioco da ragazzi, ma tieni a mente questi suggerimenti:

  • Annota i punti chiave in rosso.
  • Evidenzia le informazioni importanti in giallo.
  • Organizza gli argomenti per colore.
  • Non colorare tutto, MA solo le informazioni più importanti.

8. Mappe mentali

La mappatura mentale è un metodo di studio universitario che ti consente di organizzare visivamente le informazioni in un diagramma di flusso. Per prima cosa, scrivi una parola al centro di una pagina vuota. Da lì, scrivi idee e parole chiave principali e le colleghi direttamente al concetto centrale. Altre idee correlate continueranno a espandersi. La struttura di una mappa mentale è strettamente legata al modo in cui il nostro cervello riesce a memorizzare e a recuperare le informazioni. Mappare mentalmente i tuoi appunti invece di scriverli può migliorare la tua comprensione della lettura.

9. Fai Esercizio fisico prima di studiare

L’esercizio fisico non solo combatte la fatica, ma può anche aumentare i livelli di energia. Se stai lottando per trovare la motivazione per studiare, prendi in seria considerazione la possibilità di aggiungere una routine di esercizi alla tua giornata di studio. È sufficiente una camminata veloce nel tuo quartiere per aumentare la frequenza cardiaca e migliorare il tuo metodo di studio universitario.

10. Studia prima di andare a letto

Il sonno è fondamentale per la funzione cerebrale, per la formazione della memoria e per l’apprendimento. Studiare prima di dormire, sia che si tratti di rivedere flashcard o appunti, può aiutare a migliorare il ricordo. Secondo Scott Cairney, ricercatore dell’Università di York in Inghilterra, “Quando sei sveglio impari cose nuove, ma quando dormi le raffini, rendendo più facile recuperarle e applicarle correttamente quando ne hai bisogno maggior parte. Questo è importante per il modo in cui apprendiamo ma anche per come possiamo aiutare a mantenere funzioni cerebrali sane “.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi