martedì, dicembre 11, 2018
0 Carrello
Attualità

Le prospettive favorevoli del mercato delle abitazioni in Italia

Nel quarto trimestre dello scorso anno aumenta ancora il ribasso sulle quotazioni degli immobili, aumenta il numero di agenzie che hanno concluso un’intermediazione e scendono al minimo le indicazioni degli agenti sulle difficoltà per i compratori di ottenere un mutuo.

Aumenta ancora il ribasso sulle quotazioni degli immobili
519Visite

Nel quarto trimestre dello scorso anno aumenta ancora il ribasso sulle quotazioni degli immobili, aumenta il numero di agenzie che hanno concluso un’intermediazione e scendono al minimo le indicazioni degli agenti sulle difficoltà per i compratori di ottenere un mutuo. Le attese degli operatori sulle prospettive del mercato degli immobili sono rimaste quindi favorevoli, su un orizzonte sia di breve sia di medio termine

Secondo i risultati dell’indagine congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia redatta da Banca d’Italia con Tecnoborsa e Agenzia delle Entrate, condotta dal 2 al 31 gennaio 2018 presso 1.530 agenzie immobiliari, nel IV trimestre del 2017 la quota di operatori che segnalano pressioni al ribasso sulle quotazioni degli immobili è tornata ad aumentare.

Si sono rafforzati i segnali di miglioramento della domanda, nel confronto con la precedente rilevazione: il numero di agenzie che hanno intermediato almeno un immobile è aumentato e le giacenze degli incarichi a vendere sono diminuite.

I finanziamenti tramite mutui ipotecari hanno continuato a coprire una quota assai ampia delle compravendite, intorno all’80%. Anche il rapporto fra prestito e valore dell’immobile è rimasto su valori elevati, superiori al 70%.

La quota di agenti immobiliari che ascrivono alle difficoltà di ottenere un mutuo la causa della cessazione degli incarichi a vendere è scesa a un livello minimo dall’avvio del sondaggio nel 2009. Le attese degli operatori sulle prospettive del mercato degli immobili sono rimaste favorevoli, su un orizzonte sia di breve sia di medio termine.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi