domenica, Ottobre 24, 2021
0 Carrello
Professionisti

10 ingegneri informatici famosi che hanno rivoluzionato le nostre vite

I dieci ingegneri informatici che hanno contribuito a cambiare le nostre vite. I 10 nomi top del settore!

10 ingegneri informatici famosi che hanno rivoluzionato le nostre vite
288Visite

Ingegneri informatici famosi e inventori futuristici. Se sei interessato al settore dell’ingegneria informatica e vuoi scoprire di più su questo settore in continua espansione, è sempre saggio iniziare andando a conoscere chi sono i padri e le madri fondatori.

10 ingegneri informatici famosi che dovresti conoscere.

  1. Barbara Liskov.
  2. Elon Musk.
  3. Larry Page.
  4. Carl Sassenrath.
  5. Guido Van Rassum
  6. Mark Zuckerberg.
  7. Brendan Eich.
  8. Tim Berners-Lee.
  9. Hedy Lamarra.
  10. Bill Gates.
  11. Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Gli scienziati sono spesso pensati come coloro che studiano la natura o la chimica e fanno scoperte in medicina. Ma se volessimo descrivere l’evoluzione umana non potremo mai prescindere dal descrivere le biografie degli ingegneri informatici. Gli informatici sono gli scienziati del mondo moderno, i professionisti che hanno contribuito a spostare sempre più avanti i limiti della scienza.

I dieci ingegneri informatici che hanno contribuito a cambiare le nostre vite. I 10 nomi top del settore!

Barbara Liskov.

La Liskov è un ingegnere informatico statunitense attualmente Ford Professor d’Ingegneria nel dipartimento d’Ingegneria elettronica ed Informatica al Massachusetts Institute of Technology MIT. Nel 1968, prima donna americana, riceve il dottorato di ricerca in informatica alla Standford University discutendo una tesi intitolata “A program to play chess endgames”. Famosa per aver contribuito a sviluppare e implementare i linguaggi di programmazione, nel 1974 crea il linguaggio di programmazione CLU, il primo linguaggio di programmazione a supportare l’astrazione dei dati.

Elon Musk.

Definito come il vero Iron Man, Elon Musk, co.fondatore di PayPal, è probabilmente meglio conosciuto come il CEO di Tesla Motors e SpaceX. Musk ha iniziato le sue esperienze di programmazione con i computer all’età di 12 anni come autodidatta, un ‘esperienze che lo ha portato ad aprire poco dopo la sua prima start up, Zip2.

Larry Page.

Puoi trascorrere una settimana, ma anche un solo giorno, senza cercare qualche informazione su Google? Se possiamo ricercare informazioni e dati in qualunque momento della giornata , dobbiamo ringraziare Larry Page che mentre era a Stanford come studente ha avviato il progetto di google come semplice progetto di ricerca.

Carl Sassenrath.

E se il tuo laptop potesse svolgere solo una funzione alla volta? Dovresti scegliere tra la digitazione di un documento e la lettura di un articolo o la navigazione su Facebook. Tutto il tuo lavoro, per essere completato, richiederebbe dieci, forse anche venti volte il tempo che impieghiamo oggi. Per la velocità di lavoro che nel 2021 caratterizza il nostro amato computer dobbiamo ringraziare l’Amiga Computer di Carl Sassenrath (ingegnerie informatico inventore del linguaggio di programmazione Rebol), il primo personal computer multimediale del suo tempo.

Guido Van Rassum

Se sei interessato all’informatica, probabilmente hai sicuramente già sentito parlare di Python, il linguaggio di programmazione più popolare al mondo. Python è noto per la sua versatilità ed è utilizzato, ogni giorno, da migliaia programmatori e da aziende come Spotify e Dropbox.

Mark Zuckerberg.

Uno dei nomi più famosi della lista. Zuckerberg è il fondatore dello strumento di social networking più utilizzato della nostra epoca. Zuckerberg ha aperto Facebook dalla sua stanza del dormitorio di Harvard come sito esclusivo per gli studenti dell’università del Massachusetts. In poco tempo la sua creatura è cresciuta cosi tanto che oggi Facebook è utilizzato da 2,80 miliardi di utenti mensili.

Brendan Eich.

Padre e ideatore del linguaggio di programmazione web Java Script, Brendan Eich è unanimemente considerato tra gli ingegneri informatici più famosi al mondo, nonché tra i padri del web.

Tim Berners-Lee.

Come sarebbe il mondo oggi senza il www.? Berners-Lee è l’inventore del World Wide Web. Ha elaborato e reso nota la sua visione di Internet nel 1989 mentre lavorava al CERN. Tim non solo ha inventato il “www” su cui Internet, ancora oggi, basa la sua architettura, ma ha lottato in prima persona per assicurarsi che il web rimanesse uno spazio libero e accessibile a chiunque avesse una connessione.

Hedy Lamarra.

Co-inventrice della tecnologia che troviamo alla base dello spettro diffuso e del salto di frequenza, Lamarr (nata a Vienna nel 1914 e morta ad Altamonte Springs, 19 gennaio 2000) è stata un’attrice e inventrice austriaca naturalizzata statunitense che ha spianato la strada a tecnologie futuristiche come il Wi-Fi e il Bluetooth. Nel corso della sua vita, realmente holliwoodiana la Lamarr. Fu protagonista in decine di pellicole cinematografiche ma sopratutto (per quello che interessa quest’articolo), il 10 giugno 1941, presento con George Antheil all’ufficio brevetti americano il progetto del Secret Communication System. Un sistema di comunicazione strutturato su 88 frequenze, corrispondenti esattamente al numero dei tasti del pianoforte. Il sistema della Lamarr utilizzava rulli di carta perforati che ruotando in sincronia, trasmettevano e ricevevano frequenze sempre diverse, evitando così ogni tipo di intercettazione o disturbo.

Bill Gates.

Uno dei più grandi nomi dell’informatica e della cultura pop. Bill Gates ha avviato il suo impero informatico e commerciale scrivendo il linguaggio di programmazione alla base del software per il computer Altair con l’amico d’infanzia Paul Allen. Poco dopo, Gates e Allen, fondarono Microsoft e all’età di 23 anni, la società di Gates aveva già incassato 2,5 milioni di dollari.

Sei un ingegnere? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNI.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi