lunedì, Giugno 24, 2024
0 Carrello
Edilizia

La ristrutturazione energetica di un condominio in Lombardia con Isotec

Il progetto di ristrutturazione ha interessato l’immobile con un intervento di manutenzione straordinaria sull’intero involucro.

La ristrutturazione energetica di un condominio in Lombardia con Isotec
956Visite

La ristrutturazione energetica di un condominio in Lombardia con Isotec

  • Tipologia: Edificio residenziale e commerciale “Condominio Alfa 2000”
  • Intervento: Isolamento ventilato delle coperture
  • Ubicazione: Romano di Lombardia (BG)
  • Progettazione intervento: Ing. Costante Bonacina / Arch. Sergio Mecca, Arpostudio srl – Bergamo
  • Direzione lavori: Ing. Gabriele Ghilardi – ING srl, Treviolo (BG)
  • Impresa di costruzione: Benis Costruzioni, Telgate (BG)
  • Isolamento copertura: Isotec di Brianza Plastica – spessore 120 mm, passo 320 mm
  • Superficie copertura isolata: 530 mq
  • Rivestimento copertura: Tegole in cemento, coppo di Francia

Creare valore, risparmiando risorse ed energia 

Il condominio “Alfa 2000” ubicato nella cittadina bergamasca di Romano di Lombardia e risalente alla fine degli anni ’70, è stato oggetto di un intervento di manutenzione straordinaria finalizzato alla ristrutturazione sismica, energetica ed estetica dell’involucro. L’edificio, costituito da due blocchi simmetrici e massicci, raccordati al centro dal corpo scale, presenta una conformazione architettonica regolare caratterizzata da ampie superfici lineari. Ciascun blocco termina in sommità con una copertura a padiglione in cemento, sostenuto da una struttura a muricci e tavelloni. Da rilevare quale punto di partenza e input dell’intervento di ristrutturazione, oltre alla vetustà dell’involucro e dei rivestimenti, la totale assenza di isolamento, che ne determinava la classificazione energetica in classe F.

Il progetto di ristrutturazione ha interessato l’immobile con un intervento di manutenzione straordinaria sull’intero involucro, comprendendo azioni sostanziali sulle parti opache, sulle aperture e sul sistema impiantistico.

Nel dettaglio l’intervento ha previsto: la realizzazione di una protezione termica a cappotto sulle facciate, che ne ha anche rinfrescato l’aspetto estetico con un’elegante finitura bicromatica in bianco e tortora; la sostituzione dei serramenti, con l’adozione di soluzioni a taglio termico; l’installazione di nuove caldaie a condensazione in tutte le unità e la realizzazione in copertura di un isolamento termico ad alte prestazioni mediante il Sistema termoisolante Isotec di Brianza Plastica per coperture ventilate.

Scorci del condominio “Alfa 2000” prima e dopo l’intervento.

Conosciamo Isotec da diversi anni e spesso lo utilizziamo nei nostri progetti” spiega l’ing. Bonacina “in particolare quando le elevate prestazioni, la velocità di posa ed il contenimento degli spessori sono fattori chiave per l’intervento”. Nel cantiere di Romano di Lombardia, Isotec ha espresso e confermato le sue grandi doti coibenti, a fronte di pesi e spessori limitati. “Il pannello di Brianza Plastica permette di essere posato direttamente su qualsiasi supporto, fissato meccanicamente tramite tasselli e subito rivestito con il manto di copertura scelto, nel nostro caso tegole nuove in cemento coppo di Francia, in sostituzione delle preesistenti tegole ormai ammalorate”.

Il Sistema termoisolante ventilato

Isotec è un sistema isolante composito, con anima in poliuretano espanso rigido, correntino metallico integrato e rivestimento impermeabilizzante in lamina di alluminio goffrato accoppiato sulle due facce. Isotec è una soluzione isolante per sottocopertura completa e versatile, che permette, con un unico passaggio di posa, di assolvere a molteplici funzioni: realizza un isolamento continuo privo di ponti termici, proteggendo i locali sottostanti da sbalzi e dispersioni termiche; crea una camera di ventilazione sopra l’isolante, entro cui si attiva un flusso d’aria sottotegola che favorisce il mantenimento del manto di copertura nel tempo e coadiuva le prestazioni isolanti, facendo defluire l’aria calda in estate e l’umidità in inverno; costituisce l’ottimale sottostruttura metallica di sostegno, appoggio e fissaggio per qualsiasi manto di copertura, continuo o discontinuo, leggero o pesante. 

La posa del sistema sul supporto avviene completamente a secco, senza richiedere l’uso di malte o colle, così come il fissaggio delle tegole, al bisogno, avviene mediante gli appositi ganci al correntino metallico.

Isotec, fornito con passo dimensionato su richiesta, si adatta ad accogliere e supportare qualsiasi tipo di rivestimento, dai tradizionali coppi alle tegole in laterocemento, dalle lastre metalliche alle scaglie in pietra tipiche delle zone montane delle Alpi. La sua leggerezza, maneggevolezza e semplicità di lavorazione in cantiere con comuni strumenti per il taglio, ne fanno un alleato prezioso per il lavoro in quota. La conformazione perimetrale del pannello a battenti contrapposti favorisce il perfetto accostamento delle file successive, per ottenere la perfetta continuità dell’isolamento. Inoltre il peso contenuto consente, come in questo caso, di non andare a gravare ulteriormente sulle strutture esistenti; crea invece una protezione aggiuntiva di seconda impermeabilizzazione contro i danni di eventuali infiltrazioni meteoriche, che possono avvenire per effetto della rottura o dello spostamento degli elementi di copertura.

Nella ristrutturazione della copertura del “Condominio Alfa 2000” il sistema Isotec, posato a regola d’arte su una superficie di oltre 530 mq dall’impresa Benis Costruzioni in soli 8 giorni lavorativi – si è rivelato funzionale anche all’ancoraggio delle staffe di fissaggio dell’impianto fotovoltaico, posto sopra le tegole.

Le elevate prestazioni isolanti di Isotec, dimensionato nello spessore 120 mm, hanno contribuito – insieme agli altri interventi prima citati – al raggiungimento della classe energetica “A1”, partendo dalla classe energetica “F”, andando ben oltre il doppio salto di classe richiesto dal Superbonus 110%, a cui l’intervento ha avuto accesso.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi