martedì, giugno 19, 2018
0 Carrello
Professionisti

Ingegnere Protagoniste della giornata internazionale della Donna

Ania Lopez (CNI): “Ottenuto grandi conquiste ma ancora non basta. Ancora poche donne nei ruoli apicali”

Ingegnere e Donne, protagoniste della giornata internazionale della Donna
370Visite

Si festeggia oggi la giornata Internazionale della donna. Tra le maggiori protagoniste troviamo le donne ingegnere, il cui ruolo sarà rimarcato domani, in occasione dei lavori per il cinquantesimo anniversario dell’Organizzazione Mondiale degli Ingegneri (WFEO). A Parigi, infatti, si riunirà Il Comitato Mondiale delle Donne in Ingegneria che festeggia i suoi dieci anni di vita.

Noi donne – afferma Ania Lopez, Consigliere CNI – siamo state protagoniste di grandi conquiste ma ancora non basta. Dobbiamo ancora lottare per la parità salariale e lavorativa. Tutti assieme, uomini e donne, abbiamo il dovete morale di cambiare. Partiamo da risultati importanti. Come dimostrano i dati del nostro Centro Studi, le donne ingegnere sono cresciute molto a livello numerico. Nel 2000 in Italia eravamo solo il 16%, oggi siamo oltre il 30%. Siamo fra i primi paesi in Europa e questo dato ci conforta. Bisogna lavorare sopratutto con le ragazze che iniziano un percorso scolastico e presentare i cosiddetti «rôle model».

Il Consiglio Nazionale Ingegneri già da tempo si è incamminato in questa direzione con la nascita, cinque anni fa, del progetto ‘Ingenio al Femminile’ che presenta le storie di donne ingegnere che con grinta e determinazione ce l’hanno fatta.

Ania Lopez, assieme al Responsabile Esteri del CNI Roberto Orvieto, ha partecipato al simposio del WFEO che ha affrontato temi quali disastri naturali, energia, acqua, ICT che fanno capo ad un progetto UNESCO dedicato allo sviluppo sostenibile a cui tutti i governi e gli ingegneri di tutto il mondo sono chiamati a dare il proprio contributo.
“Credo sia importante continuare a lavorare in sinergia – ha concluso la Lopez – dando spazio in condivisione a tante donne che desiderano dare un contributo anche a livello di ruoli apicali nei Consigli Direttivi. Su quest’ultimo punto c’è ancora molta strada da fare, visto che all’interno dei CdA c’è solo il 6% di donne”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi