domenica, Novembre 17, 2019
0 Carrello
Ambiente

Al via IDEAS, il progetto per incrementare l’energia green negli edifici

Perché è importante studiare nuovi sistemi per integrare le energie rinnovabili anche nelle costruzioni edili? Al via il progetto IDEAS!

Al via IDEAS, come incrementare l’energia green negli edifici
321Visite

Industria, commercio, ma soprattutto abitazioni ed edifici pubblici: una quota rilevante dell’energia che utilizziamo oggi è impiegata per climatizzare edifici, con una percentuale del 20-30% nei paesi industrializzati e che tocca in Europa il 40%.
Ecco perché è importante studiare nuovi sistemi per integrare le energie rinnovabili anche nelle costruzioni edili.
Il nuovo progetto di ricerca IDEAS, che impegna Unife insieme a una cordata internazionale di 14 partner, persegue proprio gli obiettivi dell’Unione Europea in materia di energia: ridurre del 40% le emissioni di gas a effetto serra e aumentare l’utilizzo di fonti rinnovabili entro il 2030.

“Lo scopo di IDEAS è aumentare al massimo le prestazioni e l’autosufficienza elettrica e termica di edifici residenziali multifamiliari, commerciali e pubblici” spiega Michele Bottarelli, ricercatore del Dipartimento Architettura e responsabile scientifico delle attività di Unife.

Tra le innovazioni per cui la Comunità Europea ha deciso di investire 4 milioni di euro in IDEAS è l’utilizzo diffuso di materiali a cambio di fase (PCM) per superare lo sfasamento tra domanda e offerta di energia termica, soprattutto nello sfruttamento di energie rinnovabili.

“Un articolato sistema a pompa di calore permetterà di climatizzare un edificio sperimentale valorizzando le disponibilità energetiche dei diversi dispositivi previsti, tra cui innovativi pannelli PV/T e un sistema geotermico brevettato da Unife” specifica il ricercatore.

Il nuovo sistema integrato di energia rinnovabile di IDEAS, preliminarmente sperimentato a UNIFE, punta a superare efficacemente gli attuali sistemi di produzione di elettricità, calore e raffreddamento per edifici multifamiliari, pubblici e commerciali in diverse condizioni climatiche.

Il progetto è coordinato dal College of the Holy & Undivided Trinity of Queen Elizabeth della provincia di Dublino, in Irlanda. Gli altri partner sono:

  • University of Ulster, United Kingdom

  • Acondicionamiento Tarrasense Associacion, Spain

  • Universita degli Studi di Ferrara, Italy

  • Institut Mihajlo Pupin, Serbia

  • Laboratorio Nacional de Energia e Geologia I.P., Portugal

  • Phase Change Material Products Ltd, United Kingdom

  • Universita degli Studi di Cagliari, Italy

  • Mayo County Council, Ireland

  • Associacao Portuguesa das Empresasdo Sector Fotovoltaico, Portugal

  • Energy Co-Operatives Ireland Limited, Ireland

  • Lf Fasthouse, United Kingdom

  • Power Capital Renewable Energy Limited, Ireland

  • Apk Architects & Engineers, Ireland

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi