• Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Ingegneri
  • News » Riforma Catasto

Riforma catasto, la legge di stabilità mette in campo 270 milioni

Previsto, all’interno del disegno della legge di stabilità, lo stanziamento di 270 milioni di euro, spendibili in sei anni a partire dal 2014, per consentire l’attuazione del progetto di riforma contenuto all’interno della delega fiscale

 


Riforma catasto, la legge di stabilità mette in campo 270 milioni

28/10/2013. Dalla relazione illustrativa che accompagna la legge di stabilità si apprende l’inserimento di una disposizione, all’interno dell’art. 9 comma 14 (Rifinanziamento esigenze indifferibili e ulteriori finanziamenti), che consentirebbe la spesa di 20 milioni di euro per l’anno 2014 e di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2015 al 2019, a conferma del quinquennio necessario per l’attuazione della riforma del catasto.

 

I fondi in questione andranno ad aggiungersi ai 100 milioni di euro stanziati a favore dell’Agenzia delle entrare (art. 9, comma 13) come contributo integrativo alle spese di funzionamento per il 2014.

 

I complessivi 370 milioni di euro dovranno essere confermati nel corso dell’iter parlamentare della legge di stabilità considerando che il progetto di riforma del catasto ha già avuto il via libera da parte della Camera e che il direttore delle Entrate, Attilio Befera, in audizione alla commissione Finanze lo scorso 4 giugno, ha parlato di un’attività «assolutamente straordinaria» che non può «essere svolta ricorrendo solamente alle attuali disponibilità di risorse, umane e finanziarie, dell’Agenzia».

 

Di fatto, si tratta di riesaminare i 61,6 milioni di unità immobiliari iscritte al Catasto edilizio urbano e dotate di una rendita maggiore di zero.

 

Il testo del Ddl prevede il coinvolgimento dei Comuni e del personale degli uffici del Territorio e rafforza lo strumento dello scambio di informazioni tra le banche dati municipali e quella delle Entrate. In prospettiva, potrebbero essere coinvolti i professionisti dell’area tecnica che hanno già collaborato all’operazione-verità sulle case fantasma.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!